Mastoplastica riduttiva

Intervento di chirurgia estetica che consiste nella riduzione del volume delle mammelle e nel miglioramento, mediante rimodellamento, del loro aspetto nei casi di iperplasia.

 

L'intervento consiste nell’asportazione di una parte di cute e di tessuto sottocutaneo e determina l’innalzamento del complesso areola-capezzolo e il rimodellamento dei tessuti circostanti.L’operazione viene eseguita in anestesia generale ed ha una durata complessiva di circa 3 ore.

 

Il periodo post-operatorio è caratterizzato dalla presenza di un edema, o gonfiore, che tenderà a diminuire a partire dal terzo e quarto giorno dopo l'intervento, persistendo per settimane o alcuni mesi. Dopo 24 ore dall'operazione viene eseguita una medicazione di sostegno sostituita, in seguito, da un reggiseno confortevole che non dovrà essere tolto per almeno 3 mesi (ad eccezione dei momenti per l'igiene personale).
Dopo 5 giorni dall'operazione si provvederà alla parziale rimozione delle suture, la restante parte sarà rimossa dopo 12 giorni.
Nella prima settimana si consiglia alla paziente un periodo di rigoroso riposo evitando qualsiasi sforzo fisico; nelle 2 settimane successive la mastoplastica riduttiva, la paziente dovrà dormire in posizione prona e potrà riprendere gradualmente le normali attività fisiche (guidare, passeggiare, lavorare). Dopo 3 settimane sarà in grado di riprendere l'attività sessuale, i bagni di sole, i viaggi, le attività sportive che non prevedono sforzi eccessivi e le attività lavorative più pesanti.

 

Le complicazioni post-operatorie quali il sanguinamento (accumulo di sangue nella mammella, rimovibile con il drenaggio, richiedendo però l'apertura di una delle suture); le infezioni (curabili con antibiotici); la perdita di sensibilità del capezzolo (generalmente temporanea e solo il rare occasioni permanente); le asimmetrie (queste asimmetrie possono riguardare la posizione dell'areola, le dimensioni della mammella e la sua forma. In genere si possono correggere in anestesia locale) sono piuttosto rare e, se trattate con prontezza ed efficienza, non comportano danni permanenti.

 

Si può ricorrere alla mastoplastica riduttiva non solo per scopi estetici ma anche per la riduzione o eliminazione di sintomi dolorosi, senso di fastidio alle mammelle, al collo, alle spalle e alla porzione alta della colonna vertebrale.
Prima di sottoporsi all'intervento di mastoplastica è necessario innanzitutto eseguire una mammografia per assicurarsi che non siano presenti malattie a carico della mammella; si consiglia inoltre di evitare almeno 2 settimane prima e dopo l’intervento l'assunzione di aspirina o farmaci che contengano lo stesso principio attivo. Si raccomanda alle pazienti che fanno uso di contraccettivi orali di interromperne l'assunzione 1 mese prima dell'intervento.

 

Il risultato della mastoplastica riduttiva sarà assolutamente naturale, ad eccezione delle cicatrici, che resteranno permanenti nonostante divengano col tempo poco evidenti. In tutto si avranno tre cicatrici: una circolare intorno all'areola, una nel solco sottomammario, una verticale che le unisce.

 

Il costo della mastoplastica riduttiva può oscillare tra 5.000 e7.000 € in base alle tecniche utilizzate.

 

Trova il chirurgo specializzato in mastoplastica riduttiva! Chirurgia Estetica Italia agevola la ricerca mettendo a tua disposizione un ricco database che ti permette di trovare il chirurgo o il centro medico più vicino.