Rinoplastica

La rinoplastica è un intervento di chirurgia estetica che consente di adattare armonicamente il naso del paziente alle caratteristiche del proprio viso migliorandone quindi  l'aspetto estetico e funzionale, riducendo e/o rimodellando lo scheletro cartilagineo ed osseo. Per questo motivo può risultare necessario associare la rinoplastica ad altri ritocchi, come la liposuzione del doppio mento.


L’operazione consiste nell’effettuare delle incisioni all'interno del naso, e, talora risulti  necessario, si può ricorrere ad una piccola incisione nella striscia di naso che separa le narici (columella). Si accede successivamente alle cartilagini e alle ossa che costituiscono lo scheletro del naso "scolpendole".
Se il naso deve essere ingrandito si possono aggiungere dei piccoli innesti di cartilagine o osso prelevati dal naso stesso (dal setto) o altrove (orecchie, ecc.). Se si tratta invece di un setto nasale deviato si effettua la settoplastica. La rinoplastica può essere eseguita in anestesia generale oppure in neuroleptoanalgesia, ossia somministrando via endovena dei farmaci che determinano un rilassamento mentale del paziente ed un suo generale stato di calma.

 

Dopo la rinoplastica si procede alla medicazione del naso mediante dei cerotti ed un protettore di gesso o di materiale plastico rimovibile dopo una settimana. All'interno delle narici, invece, verranno inseriti dei tamponi che potranno essere rimossi dopo 1-2 giorni o, in caso di intervento sul setto nasale, dopo 2-5 giorni.
Il  paziente sarà in grado di alzarsi dopo un giorno dall'intervento, ma dovrà attendere circa 1 settimana per la ripresa delle normali attività. Si raccomanda, tuttavia, di evitare l’esposizione al sole per almeno i 3 mesi successivi.
Dopo 2 settimane potranno essere riprese le attività sportive leggere, mentre quelle più intense dopo 4 settimane.

 

I rischi della rinoplastica sono limitati e generalmente rari. Per precauzione si consiglia di evitare l’assunzione di aspirina e farmaci affini nelle 2 settimane precedenti e successive all'intervento. Si consiglia inoltre di evitare qualsiasi tipo di make-up sul viso il giorno stesso dell'intervento. I soggetti fumatori sono tenuti ad eliminare il fumo almeno 2 settimane prima dell’operazione mentre si consiglia alle pazienti che assumono contraccettivi orali di interromperne l’assunzione almeno 1 mese prima.
Le possibili complicanze dell’intervento di rinoplastica includono: il sanguinamento, l'infezione e le reazioni all'anestesia.

 

Il risultato della rinoplastica è permanente e le cicatrici risultano praticamente inesistenti. L'aspetto definitivo del naso si potrà vedere dopo due settimane circa dall'intervento, anche se può dirsi completo dopo circa 1 anno.
Nei rari casi in cui il risultato della rinoplastica mostri qualche imperfezione, sarà opportuno effettuare dei ritocchi.

 

Il costo medio di una rinoplastica è di circa 4.000 €, ma può limitarsi anche a 2.500 per interventi concentrati sulla punta.

 

Hai bisogno di informazioni più dettagliate? Chirurgia Estetica Italia cerca di agevolare la ricerca della documentazione medica: seleziona l'intervento che ti interessa di più e troverai tutte le informazioni che possono esserti utili e una lista di chirurghi specializzati.